Per un trasloco senza stress? La parola d’ordine è: organizzare

Stai cercando una guida e dei consigli per un trasloco senza stress? Sei nel posto giusto! Cambiare casa, anche quando lo si faccia per trasferirsi finalmente nella propria casa dei sogni o in un’abitazione di proprietà dopo anni e anni di affitto e di convivenza con estranei, rischia infatti di risultare stancante e inutilmente costoso se non si prendono alcune piccole accortezze: vediamo quali.

Parti dal capire, innanzitutto, se potrai occuparti in prima persona e da solo di tutte le fasi del trasloco o se, invece, avrai bisogno dell’aiuto di qualcuno. Non c’è una regola d’oro in questo senso: molto dipende da quanto tempo hai a disposizione, se devi incastrare il trasloco tra un impegno lavorativo o un impegno personale e l’altro ma, anche, da quanta praticità tu abbia già e, cioè, dal fatto che sia o meno la tua prima volta alle prese con un trasloco. Tieni conto comunque che, se il tuo obiettivo è un trasloco senza stress e senza doverti preoccupare di come trasportare mobili e oggetti personali, di far arrivare gli stessi integri a destinazione, senza che niente vada rotto o perduto, l’idea migliore è rivolgersi a ditte di traslochi e servizi come quelli che trovi su www.traslochiromaeasy.it: puoi chiedere un preventivo gratuito e senza impegno; specie se stai organizzando un piccolo trasloco, i prezzi dovrebbero essere contenuti e, soprattutto, dovresti avere qualche garanzia di buona riuscita in più rispetto all’organizzare il trasloco da solo o con l’aiuto di amici e familiari.

Da solo o con l’aiuto di una ditta, traslocare senza stress è questione di organizzazione

Soprattutto se ti rivolgi a una ditta di traslochi, datti dei tempi precisi: una volta concordata la data fatidica, cioè, compila un programma dettagliato di tutte le cose che devi fare e prova a rispettarlo il più possibile. Non ti ritroverai, così, all’ultimo giorno disponibile con tutti gli armadi ancora da smontare o con pacchi e scatoloni da chiudere. Tieni conto tra l’altro che, oltre ad aver tempo per spostare tutti i tuoi oggetti da una casa all’altra, potresti aver bisogno di rispettare tempi burocratici per la rescissione del vecchio contratto di affitto o per la firma del nuovo, per esempio, o perché nella tua nuova casa siano allacciate tutte le utenze di cui necessiti, senza contare che eventuali lavori di ristrutturazione ti potrebbero imporre i propri. Per un trasloco senza stress la parola d’ordine è insomma preparazione, che in qualche caso vuol dire soprattutto non ridursi all’ultimo.

E, più spesso, vuol dire invece fare ordine. Se per natura sei una persona disordinata e confusionaria, potresti essere tentato dall’idea che un trasloco veloce, un trasloco senza stress si possa portare a termine semplicemente mettendo tutto ciò che si intende portare con sé in borse, borsoni, valigie e pacchi senza un particolare criterio. Non è così: naturalmente non esiste una scienza del trasloco, ma è importante traslocare scientificamente e, cioè, scegliere un criterio per sistemare i propri oggetti, sia perché gli stessi arrivino incolumi a destinazione e sia perché, una volta a casa nuova, sia facile ritrovarli. L’idea più semplice è procedere per ambienti e per categorie e indicare chiaramente, con un pennarello o con delle etichette all’esterno, quale sia il contenuto di ogni pacco. Tieni per ultimi gli oggetti di uso comune, che potrebbero servirti fino all’ultimo minuto a casa vecchia e butta, invece, tutto quello che pensi di non usare più.