Come e perché iniziare subito una dieta vegetariana anti-aging

Esistono alimenti anti-aging? E’ possibile prevenire e rallentare l’invecchiamento attraverso una giusta alimentazione? Sicuramente sì, grazie a un regime alimentare equilibrato e corretto. In questo senso, sempre più studiati sono i cosiddetti “sirtfood” o “cibi sirt”, che prendono il loro nome proprio da “sirt” (vedi un esempio di menu sirt). Questo termine sta per sirtuine, una classe particolare di proteine che stimola il metabolismo e attiva il cosiddetto “gene magro”, e che è contenuta in particolari cibi e alimenti. Le sirtuine sono proteine enzimatiche presenti nell’organismo di tutti gli esseri umani, ma che iniziano a diminuire con l’avanzare dell’età, fino a non essere più prodotte dai 60 anni in poi.

 

La diminuzione di queste proteine sta alla base dell’invecchiamento, ma influisce, come si diceva, anche sul metabolismo. Ecco perché una dieta fondata sui cibi sirt si basa su alimenti capaci di attivare le sirtuine (si parla infatti di attivatori sirtuine) e dunque non farle mai completamente scomparire dall’organismo umano. Partendo da tabella di cibi fondamentali, attivatori di sirtuine, che sono circa 20, la dieta abbina, poi, carne e pesce e, grazie alla riduzione della quantità di carboidrati e il numero di calorie assunte quotidianamente, aiuta a perdere peso, non sentire la fame, e contemporaneamente rallentare l’invecchiamento. Tra gli alimenti contenuti nella da tabella di cibi fondamentali della dieta sirt, ci sono: grano saraceno, tè verde, datteri, radicchio rosso, cacao, caffè, olio extravergine d’oliva, rucola, soia, fragole, noci, solo per citarne alcuni.

 

Ovviamente chi vuole optare per una dieta vegetariana anti-aging, può abbinare il pesce a questi cibi base, elminando la carne, e creando le ricette e le combinazioni più disparate. Un altro posto d’eccezione, poi, tra i cosiddetti cibi anti-invecchiamento, sono gli alimenti che contengono vitamine e antiossidanti. Tra questi cibi, ad esempio, ci sono quello che contengono acidi grassi essenziali, contenuti in particolare nel pesce e ottimi contro il colesterolo. E ancora i cereali integrali sono ricchi di antiossidanti e vitamine, come la E e le vitamine del gruppo B, oltre che piene di zinco, selenio e rame, utili nel contrasto ai radicali liberi. Non vanno sottovalutate, infine, come in numerose diete, la frutta e la verdura, ricche di sostanze antiossidanti, e di flavonoidi, polifenoli, potassio, magnesio, vitamina E, vitamina A e vitamina C. Visto il minore apporto calorico di questi regimi alimentari, va ricordato sempre di consultare il proprio medico prima di approcciarsi, e di associarli a uno stile di vita sano, accompagnato dalla giusta dose di attività fisica.